Terriccio: come scegliere quello più adatto alle nostre piante

Terriccio: come scegliere quello più adatto alle nostre piante

Cosa è il terriccio

Il terriccio è un terreno composito, derivante dall’unione di diverse sostanze, che unendosi forniscono tutto il necessario mantenimento per la vita delle piante. Sostanzialmente il terriccio è prodotto dall’unione di questi tre differenti elementi, ed è caratterizzato da una parte vegetale, composta da foglie e materiali di scarto vegetali, una componente argillosa come limo o creta, ed infine la parte drenante costituita da sabbia o ghiaia. Da queste affermazioni deriva il fatto che il terriccio permette alla pianta di svilupparsi, crescere, e mettere profonde e solide radici che incrementano il benessere degli organismi vegetali. Nel giardinaggio raramente si inseriscono le piante direttamente nel terreno, senza procedere ad alcun tipo di lavorazione o posa di terriccio, che si rileva di fondamentale importanza. Esistono svariati tipi di terriccio, per rispondere alle numerose peculiarità che il mondo vegetale richiede.

Il terriccio per le piante in vaso

Questa tipologia di terriccio è differente da quello presente in natura, e questo deriva dal fatto che sono diverse le esigenze delle piante coltivate nei vasi da quelle direttamente collocate nel terra. In particolar modo, le differenze sostanziali tra l’ambiente circoscritto di un vaso e quello esteso del giardino riguardano le condizioni di luminosità e di umidità del terreno. Il vaso consente alla pianta di crescere e svilupparsi in una porzione molto ristretta di terreno, per raggiungere questo obiettivo il terriccio per vaso deve tener conto di fattori determinati, come il drenaggio dell’acqua, l’umidità complessiva e garantire la concreta possibilità della ramificazione delle radici. Il terriccio per le piante in vaso deve possedere proprietà di sofficità, umidità e porosità adeguate, e consentire un efficace drenaggio. Deve anche contenere nel suo profilo organolettico tutta una serie completa di macro e microelementi, quali fosforo, potassio, ferro, zinco, ecc., miscelati in diversa maniera, per rispettare le mutevoli esigenze di tutti i differenti tipi di piante da vaso.

Terriccio universale

Questo prodotto composito si trova comunemente in vendita in tutti i negozi di giardinaggio, articoli per la casa ed anche nei migliori supermercati. E’ realizzato in tanti formati, variabili dal piccolo da 10 litri, fino a quelli più pesanti da 50 ed oltre litri. Viene prodotto con differenti miscele, per rispondere ai diversi stadi vegetativi delle piante, come il rinvaso oppure la coltivazione estiva, con etichette che descrivono accuratamente le modalità di somministrazione del terriccio universale, per evitare il rischio di alterare il processo di sviluppo delle piante.

Un efficace aiuto e complemento, la torba

In presenza di un terreno particolarmente duro, è possibile migliorarne efficacemente le qualità aggiungendo della torba. Questa sostanza è fondamentale per la vita di tantissime specie di piante, e spesso è necessario integrare ed aumentare la percentuale di torba normalmente presente nel terreno di coltivazione. La torba di colore chiaro si adatta maggiormente per le coltivazioni in vaso, mentre quella di colore più scuro è consigliata per integrazioni dirette nel terreno.