Gazebo e strutture da esterno per arredare il tuo giardino

Gazebo e strutture da esterno per arredare il tuo giardino

Con l’arrivo della stagione primaverile avere un giardino curato ed accogliente è fondamentale, in quanto ci permette di godere a pieno dello spazio outdoor della casa. Gazebo e strutture ombreggianti sono elementi fondamentali in un ambiente esterno, vediamo le loro caratteristiche e come sceglierli, insieme a Sara titolare dell’azienda Sala Schiaretti srl che dal 1970 si occupa di arredo giardino a Parma.

Fattori da considerare: spazio, dimensioni e materiali

Prima di decidere come arredare il giardino e quali strutture inserire, è consigliabile pensare a come organizzare lo spazio. Sia che si disponga di un ambiente piccolo che di uno più ampio, è importante creare delle zone, per esempio, l’area salotto, lo spazio per il barbecue e la zona conviviale, l’orto, la zona solarium e l’area gioco per i bambini.

Se il giardino è composto prevalentemente da erba, una buona idea è quella di realizzare una zona pavimentata o con una pedana. In questo modo si andrà a delineare lo spazio vivibile, destinato ad arredi come il tavolo da pranzo, le sedie e/o il divano. Sarà proprio in quest’area che verrà collocata la copertura, generalmente un gazebo, una pergola o una vela. “

Avere uno di questi elementi in giardino è fondamentale: non solo consente di creare una zona ombreggiata dove ripararsi dal sole o dalla pioggia, ma arricchisce anche il design dell’ambiente. È quindi importante scegliere con cura l’elemento che si andrà ad inserire, in modo tale che sia adatto allo spazio ed allo stile che si desidera conferire allo spazio. Nella scelta dell’elemento architettonico il fattore più importante è senza dubbio il materiale, che deve essere in grado di durare nel tempo e di resistere all’usura degli agenti atmosferici e delle intemperie.

I materiali più usati per le strutture esterne sono il legno, l’alluminio ed il ferro. Il legno è indubbiamente uno dei materiali più apprezzati per l’arredo del giardino, ma è fondamentale che questo sia stato adeguatamente trattato per un utilizzo in ambienti esterni, così che resista agli agenti atmosferici.”

L’alluminio, invece, è estremamente versatile ed è molto durevole nel tempo. Resiste bene all’usura e alle intemperie, senza bisogno di manutenzione. Come l’alluminio, anche il ferro è un materiale che garantisce una lunga durata e resistenza agli agenti atmosferici, basta, infatti, che questo sia trattato con una sostanza antiruggine perché sia perfettamente resistente alla pioggia.

I gazebo

I gazebo rappresentano la soluzione più apprezzata per creare una copertura nel proprio giardino. Ovviamente il primo fattore da prendere in considerazione è lo spazio a disposizione. Solo in base a quello, si potrà poi decidere la dimensione del gazebo, che non dovrà risultare eccessivamente ingombrante. In secondo luogo bisogna scegliere il materiale.

Solitamente si tende a prediligere strutture in ferro, alluminio oppure in legno, ricoperti da teli e tende. In alcuni casi vengono costruite anche strutture in muratura.”

Per scegliere il materiale occorre pensare all’utilizzo che si farà del gazebo, se si desidera una struttura fissa oppure da utilizzare solo occasionalmente. In questo caso è meglio optare per un gazebo pieghevole. Se si desidera una struttura fissa e che doni al giardino un tocco rustico, il legno (perlopiù teak, abete o pino) è una valida scelta, mentre acciaio ed alluminio sono perfetti per chi ha necessità di smontare il gazebo.

I materiali più usati per la copertura sono i tessuti sintetici (come il pvc) oppure il cotone, ovviamente a patto che sia stato precedentemente trattato per essere reso idrorepellente.

Le pergole

La pergola è una struttura composta da un tetto, reticolato o completamente coperto, sostenuto da pilastri. Chi opta per il tetto reticolato spesso utilizza questa peculiarità per addobbarlo con piante rampicanti, che avranno il duplice scopo di copertura e decorazione. Le pergole da giardino possono essere “addossate”, se sono posizionate a ridosso di uno dei muri esterni dell’abitazione, oppure “libere”, ossia delle strutture completamente indipendenti.

La versione addossata è quella più indicata per chi ha poco spazio in giardino, oppure per coloro che desiderano ampliare l’ambiente interno dell’abitazione.”

Questo tipo di pergola spesso viene utilizzato anche come posto auto coperto. I materiali più usati per le strutture delle pergole sono il legno, l’alluminio ed il ferro battuto. Quando si opta per strutture metalliche, solitamente il tetto viene fatto ricoprire da un telo, con un sistema apribile oppure fisso.

Vele ombreggianti

Le tende a vela sono una soluzione pratica ed al tempo stesso elegante. Ultimamente sono molto apprezzate e sempre più utilizzate sia per il loro aspetto estetico, che conferisce all’ambiente un tocco moderno, che per la loro resistenza. Sono facili e veloci da installare e molto semplici da gestire, in quanto si possono fissare a strutture preesistenti oppure a degli appositi pali.

Per riuscire a raggiungere i punti d’appoggio basta utilizzare dei cavi con moschettone. Inoltre, possono essere fisse oppure avvolgibili. In commercio esistono vele ombreggianti di diverse forme: triangolari, quadrate o rettangolari. Forma e dimensioni sono da scegliere a seconda dello spazio da coprire, delle dimensioni del proprio giardino e, ovviamente, secondo il proprio gusto personale. I materiali più usati per le tende sono il poliestere ed il cotone idrorepellente. A seconda della densità della trama, si avrà anche una minore o maggiore protezione dai raggi UV.