Automatizzare il cancello: le soluzioni più economiche e quelle tecnologicamente evolute

Automatizzare il cancello: le soluzioni più economiche e quelle tecnologicamente evolute

Chi ha intenzione di automatizzare il cancello ha la possibilità di scegliere la soluzione che predilige in un ampio assortimento di opzioni: il mercato, infatti, offre kit più o meno evoluti dal punto di vista tecnologico, che garantiscono la possibilità di soddisfare esigenze differenti anche in funzione del budget che si è disposti a investire. Per un cancello battente, per esempio, è possibile individuare vari tipi di motore da usare. I parametri che devono essere presi in considerazione chiamano in causa, oltre all’estetica e all’impatto visivo di cui si vuole beneficiare, il peso delle ante da spostare: è chiaro che al suo aumentare deve crescere anche la potenza del motore. Per non compromettere l’aspetto estetico degli spazi esterni, è consigliabile adottare – ogni volta che se ne ha la possibilità – un motore interrato, a meno che non si voglia prendere in considerazione l’idea di un muretto.

Va detto, comunque, che soprattutto negli ultimi tempi si stanno diffondendo sempre di più soluzioni che prestano una notevole attenzione anche al design del blocco motore, con linee eleganti e uno stile all’avanguardia: insomma, non ci si dimentica che il cuore di un impianto è il motore, con la sua tecnologia, ma ci si concentra anche sul suo involucro esterno, progettato e realizzato per durare il più a lungo possibile e per risultare gradevole. I motori sono studiati per un uso intensivo, così da poter essere adottati non solo nel piccolo residenziale, ma anche – per esempio – nei grandi condomini, dove la presenza di un numero elevato di persone si traduce in continue aperture e chiusure. Tra gli accessori disponibili, anche i sistemi di riscaldamento che entrano in funzione negli ambienti freddi.

Per altro, un cancello automatizzato ha bisogno di essere sottoposto a una manutenzione regolare e costante nel tempo per poter funzionare in maniera adeguata: ecco perché può essere utile fare affidamento su un servizio come quello di Fabbroroma.com, che permette di poter contare sugli interventi di un fabbro a Roma in tempi brevi. La competenza dei professionisti coinvolti garantisce i migliori risultati non solo in presenza di guasti da riparare, ma anche per l’installazione e qualsiasi altro servizio necessario.

Cosa fare con un cancello scorrevole

Nel caso in cui si abbia a che fare con un cancello scorrevole, non ci si può limitare a calcolare il suo peso, ma è bene valutare anche la frequenza con la quale viene utilizzato. Il tutto tenendo conto delle normative in vigore in materia, non solo per ciò che riguarda la certificazione del costruttore: si rende indispensabile, per esempio, l’installazione di un blocco a fondocorsa, che ha lo scopo di limitare l’apertura del cancello e la sua chiusura.

Sempre per i cancelli scorrevoli, inoltre, le due colonne fisse devono prevedere una sagoma a L, il cui scopo è quello di prevenire le oscillazioni. In corrispondenza delle ruote, invece, è opportuno collocare dei dispositivi che facilitino la rimozione degli ostacoli: il rischio è sempre quello che il cancello fuoriesca dalla guida di scorrimento. Tornando ai cancelli a battente, l’obbligo da rispettare è quello relativo all’installazione delle fotocellule, fondamentali per bloccarne il movimento nel momento in cui qualcuno sta passando.