Giardinaggio autunnale: cosa cambia con le stagioni?

Giardinaggio autunnale: cosa cambia con le stagioni?

Gli interventi di giardinaggio autunnale sono particolarmente importanti perché permettono alle nostre aree verdi di affrontare l’inverno senza troppe complicazioni. Gli accorgimenti più importanti, infatti, riguardano il taglio del prato e le potature.

Taglio prato autunno

Prima dell’arrivo dell’inverno dobbiamo salvaguardare il nostro prato dall’umidità, dalle basse temperature e dalla mancanza di sole. Una delle operazioni più utili è quella di raccogliere le foglie secche che si depositano sul manto erboso che, se lasciate dove sono, causano la proliferazione del muschio e delle macchie marroni.

L’ultima operazione di taglio del prato in autunno deve avvenire all’inizio di novembre, cercando di non scendere mai sotto ai 5 cm di altezza, così il prato fronteggerà meglio la scarsa insolazione. Inoltre, facendo così, avrà una maggiore resistenza nei confronti di erbacce e muschio.

Il giardino d’autunno ha bisogno anche di un concime specifico a basso contenuto d’azoto e alto livello di potassio. Quest’ultimo rafforza l’erba e aumenta la resistenza al gelo; al contrario, l’azoto fa crescere più velocemente il manto erboso, rendendolo più suscettibile al gelo.

Giardinaggio autunno: cosa fare con la siepe?

Per evitare che le siepi marciscano a causa dell’eccessiva umidità, bisogna ricorrere a un ultimo intervento di potatura proprio all’inizio dell’autunno. Dobbiamo evitare di esagerare, lasciando delle parti troppo spoglie, perché le siepi non ricrescono in inverno, dunque potrebbero avere un aspetto poco gradevole per mesi.

Dobbiamo impegnarci a rimuovere tutte le foglie secche per favorire il ricircolo di aria fresca e l’esposizione diretta del sole. Il giardinaggio autunnale prevede quindi diverse attività: dalle potature alla semina.

Vedi anche  Compostaggio domestico: ecco come fare e quando utilizzarlo

Piante da frutto da piantare in autunno

Piante da frutto da piantare in autunno

Questo è il periodo migliore dell’anno per piantare alberi da frutto come meli, peri, ciliegi e peschi. Dobbiamo però ricordarci che le piante giovani devono essere protette per far sì che le radici non soffrano durante la stagione più rigida.

In questo periodo possiamo piantare anche i bulbi, in modo che i fiori germoglino in primavera, offrendo dei colori magnifici. Il consiglio è di posizionarli a una profondità pari almeno a due-tre volte la loro altezza.

Piante autunnali da giardino

I giardini d’autunno si popolano di moltissime piante come i settembrini (della famiglia dei crisantemi), i ciclamini autunnali (piante fiorite autunnali), l’erica, la skimmia (che darà vita a una fioritura di bacche rosse perfette per gli appassionati di giardinaggio d’inverno), i cavoli ornamentali, i narcisi autunnali e la celosia (fiorisce in estate ma dura per tutto l’autunno).

Le piante d’autunno possono sorprendere e dare un’iniezione di colore nella stagione che prepara all’inverno.