L’orto invernale: come curarlo?

L’orto invernale: come curarlo?

Curare l’orto nella stagione invernale può sembrare qualcosa di molto difficile, eppure seguendo alcune semplici indicazioni tutto ciò sarà possibile. Con l’arrivo del freddo bisogna far fronte ad alcuni problemi a cui può andare incontro la coltivazione di frutta e verdura: il gelo, ma anche le temperature molto basse possono determinare inconvenienti di non poca rilevanza.

La prima cosa da tenere a mente per chi ha intenzione di coltivare l’orto anche nella stagione invernale è che ogni pianta ha una sua periodicità. Ciò vuol dire che è bene rispettare le temperature di crescita di ogni pianta, ecco perché in inverno sarà utile coltivare solo quelle piante che crescono bene a certe temperature. Inoltre, soprattutto coloro che amano mettere in tavola i prodotti del proprio orto, potranno scegliere preferibilmente la coltivazione di frutta e verdura precoce, ovvero che riesca a crescere in poco tempo. Questo vorrà dire che si potrà sfruttare al massimo la quantità di luce giornaliera, pur tenendo conto del fatto che in inverno le giornate sono nettamente più brevi rispetto all’estate.

varietà di cavoloTra i migliori consigli per una corretta cura dell’orto anche nella stagione invernale vi è anche la pacciamatura. Si tratta di un’operazione sempre più diffusa e che viene messa in atto da tantissimi coltivatori che vogliono ottenere coltivazioni fruttifere. Tale tecnica consiste nella possibilità di installare degli appositi teli in materiali biodegradabili che garantiscono un’ottima protezione del terreno. Essi solitamente durano qualche mese e una volta terminata la loro funzionalità possono essere interrati senza determinare alcun tipo di conseguenza negativa sulle coltivazioni.

Spesso la pacciamatura viene scelta anche per proteggere il proprio orto da contaminazioni di agenti infestanti, ecco perché in commercio è possibile trovare tipologie di teli molto varie. Uno dei problemi principali per chi vuole coltivare l’orto in inverno è la quantità di acqua che, in determinati periodi, è eccessiva e può danneggiare le piante. Per evitare problemi durante la crescita delle stesse si può pensare a dar vita a delle aiole rialzate, ovvero degli spazi dove sorgerà la pianta che saranno più asciutti rispetto al normale. Questo perché in questo modo si potrà ottenere la giusta quantità di acqua direttamente dalla pioggia e dagli agenti atmosferici. Tale soluzione è sicuramente l’ideale per chi vive in zone dove la pioggia è una costante soprattutto in inverno.

Per una corretta protezione dell’orto e per far sì che si possano ottenere dei frutti succulenti da portare in tavola, sarà bene anche utilizzare degli appositi sistemi di protezione. Tra i più moderni e diffusi c’è sicuramente il tessuto non tessuto, ovvero un tipo particolare di copertura che garantisce il passaggio dei nutrienti nel terreno ma protegge efficientemente la pianta da ghiaccio ed altri agenti pericolosi. Un’ottima idea e che risulta soprattutto vantaggiosa anche se abbastanza costosa. Alternative possono essere la creazione di un piccolo tunnel in cui inserire le piante da coltivare, oltre alla possibilità di metter su una serra in base alle condizioni di crescita richieste dalle piante.