Coltivazione rose: quali rose scegliere per il nostro giardino?

Coltivazione rose: quali rose scegliere per il nostro giardino?

Le rose sono considerate i fiori per eccellenza: nessun giardino può dirsi davvero completo se non le ospita. Quando però si deve decidere quale varietà di rosa piantare nel proprio giardino la scelta non è così semplice. Il motivo è che ne esistono tantissime varietà: alla già vasta scelta esistente in natura, si è aggiunta quella creata nel corso dei secoli dai botanici. Chi vuole dedicarsi alla coltivazione delle rose non deve però farsi scoraggiare: ci sono alcune regole da poter seguire per non smarrirsi nel mare magnum di tipi di rose esistenti, e per fare la scelta più giusta in base allo spazio di cui si dispone.

I criteri da seguire nella scelta delle rose

Il luogo

Ci sono alcune domande che un giardiniere alle prese con l’attività di coltivazione rose dovrebbe porsi, al fine di selezionare i tipi di rose che abbiano maggior chance si sopravvivere nel proprio giardino e che possano avere l’effetto estetico desiderato. La prima è: dove intendo piantarle? Bisogna sempre ricordare che le rose hanno bisogno di tanta luce e tanta acqua, quindi è necessario scegliere un angolo ben soleggiato ma anche riparato. Per quanto queste piante siano in genere abbastanza resistenti, preferiscono temperatura non troppo rigide. A tal fine è sempre bene attenersi alle varietà che si trovano nei vivai di zona. Infatti, sicuramente disporranno delle cultivar più adatte al clima di quelle specifiche zone.

Vedi anche  L'orto invernale: come curarlo?

Dal luogo in cui si vogliono collocare le piante dipende anche un’altra caratteristica: esistono infatti varietà adatte a diventare dei bei cespugli di rose colorate, capaci di bordare le aiuole o i confini del giardino stesso, altre invece che sono rampicanti, e quindi si rendono più adatte per abbellire pergolati o archi. Se, ad esempio, si ha uno spazio esiguo a disposizione, sarà bene acquistare una varietà rampicante che cresca in altezza, o che magari ricada come una cascata.

Il periodo di fioritura

Un’altra domanda che ci si può porre riguarda la fioritura. Quand’è che desideriamo che il nostro giardino si riempia di rose colorate? Se normalmente le rose sbocciano nel mese di maggio, ci sono alcune varietà precoci che danno bellissimi fiori anche in aprile. Altre, invece, fioriscono per tutta l’estate e mantengono dei boccioli fino all’autunno. Alcune varietà fioriscono solo una volta, altre invece sono rifiorenti. Anche queste sono caratteristiche da tenere sempre presenti.

Il colore

Infine non resta che valutare semplicemente l’impatto estetico che vogliamo ottenere. Le rose infatti hanno moltissimi colori: ci sono quelle rosse, le più classiche, simbolo d’amore, ma esistono anche color rosa, arancio, giallo, bianco, persino nero, e di mille altre sfumature diverse. Ovviamente la scelta del colore non dipende che dai gusti personali. Attenzione però a non mescolare troppe tinte diverse, per non ottenere un effetto un po’ confusionario e poco armonico.

Qualche suggerimento pratico

Quelle che abbiamo fornito sono le linee guida generali per la coltivazione delle rose da parte di un neofita: andiamo ora più nel dettaglio dando qualche esempio pratico, suggerendo alcune varietà di rose adatte alle diverse necessità che si potrebbero presentare.

Vedi anche  Progettazione giardini pensili

Rose per le siepi

Se si vuole creare una piccola siepe, le varietà più indicate sono la Cornelia, la Ballerina e la Buff Beauty, che non sviluppano in altezza ma restano di modeste dimensioni. Se invece si desidera una siepe un po’ più importante, che arrivi a oltre un metro di altezza, si potrebbe optare per la Penelope e la Paul’s Perpetual Single White.

Rose rampicanti

Se si vuole creare un pergolato fiorito, le varietà di rosa più adatte sono la Sir Cedric Morris, la François Juranville e la Albertine. La Jersey Beauty è una delle varietà più adatte a chi vuole creare un vero e proprio tappetto di rose. Consigliamo il nostro articolo sui supporti per rampicanti per ottenere un effetto visivo incantevole nel nostro giardino.

Rose resistenti all’ombra

Se si vuole coltivare un cespuglio di rose anche in una zona di giardino piuttosto umida e ombrosa, le varietà che hanno maggiori speranze di sopravvivenza pur con poca luce solare sono la Hermosa, la Mutabilis e la Old Blush.

Coltivazione rose: ulteriori considerazioni

Il consiglio migliore da seguire è quello di affidarsi all’esperienza dei vivaisti locali, che sapranno suggerire sempre le varietà di rosa più adatta al clima locale. Infine, non resta che scegliere se acquistare la rosa a radice nuda o in vaso. Esistono infatti rose vendute già in vaso, e che quindi possono essere piantata in qualunque periodo dell’anno lo si desideri (ma se le si pianta in autunno vanno ben protette dai rigori invernali) o quelle vendute a radice nuda. Queste ultime vanno piantate immediatamente, avendo cura di mantenerle sempre ben umide affinché non attecchiscono.

Vedi anche  Glicine: come potarlo, come curarlo. Consigli per la cura del glicine

Seguendo questi consigli sarà possibile avere un giardino allietato per buona parte dell’anno dalla splendida fioritura colorata delle rose, e inondato dal loro buon profumo.