Eliminare gli afidi: scopri i rimedi naturali

Eliminare gli afidi: scopri i rimedi naturali

Gli afidi, conosciuti anche come pidocchi delle piante, sono piccoli insetti che si depositano sulle foglie. In natura ne esistono oltre 400 specie diverse tra loro, per dimensioni e colore. Gli afidi si riconoscono perché privano il vegetale della linfa e provocano il rinsecchimento delle parti colpite. Sono dotati di ali che gli consentono di spostarsi agevolmente da un albero all’altro e rilasciano una sostanza zuccherina, chiamata “melata” sopra la pianta. Poiché si tratta di veri e propri parassiti, che possono colonizzare sia le piante da esterno sia quelle da interno, devono essere debellati prima possibile, per evitare la morte della pianticella infestata.

Ci sono metodi molti diversi che permettono di eliminare gli afidi, ma anche di prevenirne la formazione. Vediamo ora i rimedi naturali per eliminare gli afidi quando si trovano sulle foglie. In generale, prima di somministrare qualunque sostanza antiparassitaria, è necessario indossare i guanti e rimuovere manualmente le foglie ed i rametti colpiti che saranno secchi e ricoperti di melata.

Questo rimedio funziona quando la parte infestata è circoscritta, ma in caso di infestazione importante della pianta ciò può non essere possibile. Per eliminare gli afidi utilizzando prodotti già presenti in casa, si consiglia di preparare un decotto d’aglio da spruzzare sulle foglie. Il decotto si ottiene facendo bollire una testa d’aglio in mezzo litro d’acqua per cinque minuti. Al termine della cottura, bisogna filtrare l’acqua e lasciare raffreddare prima dell’erogazione sulla pianta. L’aglio può essere usato anche come metodo di prevenzione, interrando alcuni spicchi incisi nel terreno vicino al vegetale.

Un altro rimedio efficace contro gli afidi è preparare una soluzione composta da un litro d’acqua e 15 grammi di sapone in polvere, da spruzzare sulla parte aerea della pianticella. Anche il peperoncino è un ottimo alleato per combattere i pidocchi delle piante ed altri parassiti. È possibile preparare un macerato frullando 10 peperoncini in mezzo litro d’acqua e lasciare riposare per almeno un giorno.

Dopo avere filtrato il composto, bisogna diluirlo in un altro bicchiere d’acqua e spruzzarlo sulle foglie. Questa miscela, può essere irritante se entra in contratto con gli occhi e le vie aeree, tuttavia ha sicuramente il pregio di avere un profumo meno persistente rispetto all’aglio. In commercio esistono anche molti prodotti specifici per eliminare gli afidi. Generalmente si tratta di liquidi pronti con un costo di circa 15 euro al litro, da erogare a mezzo spray sulle foglie. Molti di essi sono antiparassitari ad ampio spettro che aiutano anche a prevenire la formazioni di altri tipi di parassiti secondari che si sviluppano in simbiosi con gli afidi. La melata, sostanza rilasciata dagli afidi sulla parte aerea della pianta, è ricca di nutrienti per formiche ed altri animaletti, ed espone l’albero anche all’attacco di funghi. Proprio per questo motivo, è bene intervenire contro gli afidi il prima possibile per evitare l’aggravarsi dell’infestazione sul vegetale già compromesso da parte di altri agenti patogeni, riducendo così le possibilità di guarigione.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*