Semina Prato. quando seminarlo e come prendersene cura

Quando si semina il prato

Il prato può essere seminato in tre stagioni diverse, cioè la primavera, l’estate e l’autunno. Quest’ultimo risulta essere il migliore periodo semina prato in quanto il terreno resta umido grazie alle piogge ma mantiene ancora il caldo dell’estate. In questo modo l’erba cresce rapidamente e con ottimi risultati. Invece durante la primavera è più facile avere a che fare con gelate tardive e infestazioni di erbacce. Di conseguenza le fasi di preparazione del terreno devono essere più accurate e occorre prestare più attenzione durante la germogliazione. Lo stesso vale quando si semina il prato in estate: in questo caso è fondamentale bagnare frequentemente il terreno per essere certi che spunti l’erba. Il periodo semina prato migliore è anche quello di luna crescente. Si consiglia di procedere nell’arco di tempo che va dal quinto al secondo giorno prima del plenilunio.

Come si semina il prato

Preparazione terreno per semina prato

Innanzitutto è fondamentale effettuare la preparazione terreno per la semina prato prima di procedere con le fasi successive. Infatti occorre eliminare tutte le erbacce alla radice e ripulire l’area con cura per evitare che l’erba cresca a chiazze o in maniera stentata. Si devono togliere anche i ceppi, le pietre e gli scarti edili. A questo punto si passa a dissodare il terreno per almeno 20 cm di profondità usando una vanga. Se la terra è troppo drenata, si aggiunge materiale organico; in caso contrario si mischia al terriccio della sabbia. Il terreno deve essere perfettamente spianato, friabile, leggero, compatto e livellato prima di procedere alla semina. Si consiglia di passare sulla superficie il dorso del rastrello 2-3 volte in una settimana.

Vedi anche  "Mal bianco": come eliminarlo

La semina avviene dopo aver lasciato l’area incolta per alcune settimane, facendo attenzione che non compaiano altre erbacce. Dopo aver fertilizzato l’area con un prodotto granulare a base di fosforo (150-200 gr per mq) si passa a spargere i semi a mano, facendo attenzione che la concentrazione sia di 50 gr per metro quadrato. Non si può procedere quando il vento e l’umidità sono eccessivi. I risultati migliori si ottengono con una distribuzione omogenea; è bene spargere metà dei semi in una direzione e l’altra metà nel senso opposto. Quindi si passa sulla superficie del terreno il rastrello e si mantiene il terreno umido. L’erba crescerà in 3 settimane circa.

Costo semina prato al mq

Il costo semina prato al mq varia a seconda dell’azienda alla quale ci si rivolge per svolgere questo lavoro e del tipo di graminacee scelte. In genere ci si rivolge a un professionista per grandi appezzamenti e le spese possono aggirarsi sui 10 euro al metro quadrato.

Un altro aspetto da considerare è la manutenzione e la durabilità del risultato finale. Infatti bisogna tenere in considerazione le caratteristiche stesse della varietà scelta. Ad esempio la semina prato inglese consente di avere a disposizione un manto erboso molto elegante, ma adatto a climi umidi. Composto da loietto perenne, subisce danni con estati soleggiate e calde; quindi è bene seminarlo in zone non asciutte.