Pianta da siepe: come scegliere quella giusta?

Pianta da siepe: come scegliere quella giusta?

La siepe è senza ombra di dubbio uno degli elementi ornamentali di maggior effetto all’interno di un giardino che, oltre ad abbellire, risponde alla funzione di delimitare gli spazi o tracciare i confini. In questo articolo vedremo alcuni suggerimenti su quale pianta da siepe scegliere.

La manutenzione della siepe diviene dunque un’operazione fondamentale al fine di mantenere in buona salute le piante e garantirne una buona estetica; la potatura della siepe infatti, se da un lato aiuta a far crescere la pianta con andatura regolare, è necessaria per conservare la bellezza della siepe. Una pianta da siepi richiede infatti cura e manutenzione per evitare che le nostre piante da giardino diano un effetto di disordine e trascuratezza. Le siepi sempreverdi, solitamente, richiedono una manutenzione minore rispetto alle siepi da giardino fiorite: essendo quasi tutte caduche necessitano di una maggiore cura.

Piante da siepe ornamentale: quale scegliere?

Sono molte le tipologie di pianta da siepe adatte ad essere coltivate a siepe. La scelta dipende molto dalle esigenze di ciascuno di noi, dal luogo in cui questa andrà collocata e, soprattutto, dal tempo che possiamo dedicare alla manutenzione del giardino. In base all’altezza della siepe che si vuole ottenere, si dovrà optare per piante diverse.

pianta da siepe

Siepi basse: perfette le piante a crescita lenta e compatte

La siepe bassa utilizzata solitamente a scopo ornamentale o per delimitare aree del giardino senza bloccarne la vista. La pianta maggiormente utilizzata è senza dubbio il bosso (Buxus sempervirens), utilizzato nella varietà nana per realizzare siepi che non superino i 60 cm di altezza. Altre piante per siepi ideali per essere coltivate ad altezze ridotte sono cotoneaster, pyracantha, berberis, chamaecyparis e photinia.

Siepi alte: barriere sempreverdi per il proprio giardino

Sempre più spesso le siepi alte sostituiscono i tradizionali muretti di confine in abitazioni, aziende e luoghi pubblici. Questa tipologia di siepi può raggiungere anche un’altezza di 15-20 metri. È fondamentale tuttavia tenere a mente le distanze minime obbligatorie nel caso si voglia realizzare una siepe lineare lungo il confine. Il Codice civile, infatti, definisce la distanza minima da rispettare per piantare la siepe:

  • arbusti e piante rampicanti: 50 cm dal confine (se non si tratta di pianta da siepe in vaso);
  • alberi di basso e medio fusto: 1,5 metri dal confine;
  • alberi ad alto fusto: 3 metri di distanza dal confine.

Per le siepi alte vengono utilizzate solitamente piante sempreverdi oppure siepi fiorite. Tra le specie maggiormente utilizzate troviamo Lauroceraso, alloro, gelsomino, cipresso di Leyland, ligustro e biancospino. Optare per una pianta da siepe sempreverde consente di avere una barriera naturale perenne e in pieno vigore durante tutto l’anno.

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*